LETTERE DAL MONDO

 

 

COLOMBIA

 

Monterai, 5.03.04

Caro don Ubaldo,
questo tempo di quaresima mi riempie di sentimenti di gratitudine. La Parola del Signore che la chiesa propone alla nostra meditazione è una Parola che va al fondo di me stessa, mi fa incontrare con Marisa ed è in questo incontro che vivo quanto sia vero quanto Gesù dice:"… non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori a convertirsi". Sembra una Parola rivolta a coloro che sono causa di morte per tanti colombiani, morte causata dalla guerra, una guerra civile assurda, che produce tanta miseria, quindi disprezzo della dignità della persona. Ma è una parola che mette a nudo anche i miei comportamenti e che mi fa sentire bisognosa di misericordia.
Vivere in un contesto di violenza esige molto amore. E' nell'incontro con me stessa che sperimento quanto sia grande e unico l'amore di Dio e quanto sia bello accettare che Lui mi accoglie e mi infonde speranza-certezza nella sua salvezza. Sì, la vida mi è data, ci è data per comprendere ed accettare che Lui solo è Misericordia e noi possiamo essere un piccolo segno di Lui.
Spero che lei sta bene come pure tutte le persone che le stanno a cuore. Da parte mia le auguro tanta serenità. Certo la serenità spesso è accompagnata dalla lotta, è per questo che chiedo al Signore forza per lei.
Quanto a me continuo cercando di stare vicino alle persone che incontro facendo ogni giorno esperienza di quanto sia minimo quanto vivo in proporzione ai bisogni. Ma è in questo che imparo a relativizzare cosa posso fare e scopro quanto sia difficile la presenza di Dio in tante persone.
La mensa per i bambini, 176 ogni giorno, ne è un segno. Non si può immaginare quanto siano felici questi piccoli.
In altre occasioni le comunicai che la nostra parrocchia è molto estesa rendendo difficile ed impossibile la nostra presenza in molti barrios. Questo mi rammarica. Le chiedo una preghiera don Ubaldo, al fine che il Signore mandi operai nella sua messe: è urgente.

Le notizie del "Talità Kum"
Ho ricevuto "Talità Kum" in questi ultimi giorni. Grazie per la riflessione: La Domenica "Giorno della Missione", e per le iniziative realizzate ed in programma per questo anno. Ho notato che nella Mostra Missionaria che avete realizzato ci furono anche le Mariste. Grazie per quest'attenzione che rivela ancora una volta l'accoglienza amorosa che noi Suore Mariste abbiamo ricevuto a Bari. Un'accoglienza che tuttora mi ostiene con tanta amicizia e preghiera. Che il Signore benedica la Diocesi di Bari nel suo lottare per essere veramente missionaria. Sento che ci portiamo reciprocamente nel cuore.
Le auguro Buona Pasqua don Ubaldo e le assicuro il mio ricordo nella preghiera. Saluti a tutti i membri del C.M.D. Grazie.
Con affetto,


Hna Marisa Besacchi
A.A. 1418
Monterai, Cordoba
COLOMBIA