MONITOR TEATRO (2018) di Teresa Conforti

 

QUANDO IL REALITY SPOSA LA CULTURA…

Sono le 14:30 e ho il cuore in gola. Tra 10 minuti sarò sul set di Monitor Teatro, il programma tv su Antenna Sud che lancia nuovi talenti. In questo momento sto ripetendo la mia parte, ovvero un monologo radiofonico interpretato da Woody Allen molto particolare ed intrigante.

Il protagonista è un gran furbo, tenta di scroccare una visita medica mandando dal dottore un suo amico con gli stessi sintomi .Ma la sua furbizia gli si ritorce contro, visto che l'amico muore dopo un giorno e lui si sottopone a una serie di accertamenti costosissimi . Alla fine scopre che l'amico è stato investito da una macchina!

Tra un po' la segretaria di produzione mi chiamerà in sala registrazione e, anche se non è la prima volta che partecipo a questo programma, sono molto emozionata ma cerco mantenere la calma e dare il meglio di me. Per registrare un programma televisivo bisogna seguire i suggerimenti che ti vengono dati per apparire al meglio (come guardare sempre in camera o mettere da parte le emozioni ed essere il più naturale possibile). Io ce la metterò proprio tutta.

I monologhi che sono stati selezionati per questa edizione sono veramente belli . Nella sezione commedia il pezzo che mi è piaciuto molto, interpretato da due miei colleghi, è 'I film Horror'. Spassosissima satira che distrugge tutti i luoghi comuni del genere.

Consiglio a tutti di vedere questo programma, a tutti gli appassionati di teatro, scoprirete nuovi testi e tanti trucchetti del mestiere. Da quando ho partecipato a Monitor teatro guardo la televisione in modo più critico. Guardo ogni programma o film e immagino il lavoro che ha dovuto fare l'attore per riuscire completamente ad entrare nel personaggio. Spesso i programmi in onda attualmente in tv sono pieni di contenuti superficiali che non arricchiscono lo spettatore. Penso che la tv di oggi e in particolar modo quella dei ragazzi dovrebbe puntare sulla cultura.

Silvana Gabrielli