LETTERE AL DIRETTORE

Stim.issimo Direttore

Talità Kum – Mario Conforti

Il compito di un Giornale di Parrocchia non è quello di creare ex novo la Missionarietà dei consacrati e dei laici (Vescovo, Sacerdoti etc.) ma di essere una mappa degli eventi cittadini, regionali e nazionali per uno sguardo di complesso che manifesti ai parrocchiani quanto di significativo accade.

Cordialità fraterna.

In fede

Ing. Ignazio Sasso

Bari



Preg.mo ingegnere, grazie per la sua lettera e i suoi suggerimenti per i contenuti del periodico. Colgo l’occasione per condividere con i lettori una breve storia del “Talità Kum Notizie” (consultabile anche nell’home page del sito Internet: www.talitakumnotizie.org).

Nel 1988 nasceva il "Talità Kum Notizie" come notiziario mensile, a circolazione interna, dell'omonimo gruppo di ragazzi a ragazze, già cresimati, nato dal desiderio di continuare gli incontri nella Parrocchia di San Pasquale (Bari), dopo i Sacramenti, con gli stessi educatori.
Il numero 1 usciva nel marzo 1988 e consisteva in un foglio fotocopiato di appena due pagine.

Dopo quasi due anni il Talità Kum veniva registrato presso il Tribunale di Bari in data 9 novembre 1989 al n. 974 (proprietario Mario Conforti e direttore responsabile Erminio Scivetti) come periodico socio-culturale e religioso del Gruppo Missionario Talità Kum (Alzati e cammina).

Con il n.9 del novembre 1989, nell'editoriale "Ad maiora" di Erminio Scivetti veniva confermato l'impegno assunto dal giornale, già dal primo numero, uscito in funzione di un'autentica coscienza di servizio verso il prossimo, di un corretto e serio interesse verso i problemi del mondo missionario. Proprio per questo il giornale, che dal settembre 1990 cominciava ad uscire con la copertina, nel marzo 1991 diveniva il periodico del Movimento Giovanile Missionario di Bari-Bitonto.
Nell'aprile 1992 la rivista sospendeva la pubblicazione per motivi economici e riprendeva ad uscire nel dicembre 1992 con un numero stampato in Bari dall'Ecumenica Editrice. Dal marzo 1994 il giornale veniva stampato con la copertina a colori.
A seguito della scomparsa di Erminio Scivetti, avvenuta nel settembre 2002, assumeva l’incarico di direttore responsabile Teresa Serini, medico ospedaliero nell'Ente Ecclesiastico Regionale "F. Miulli" di Acquaviva delle Fonti (Bari), specialista in Psichiatria, Omeopatia, Agopuntura e Iridologia, autrice in passato di diversi articoli sull'omeopatia, pubblicati sul "Talità Kum Notizie".
Con il numero 3 del mese di Dicembre 2004, la rivista diveniva l'organo di informazione del Centro Missionario Diocesano di Bari-Bitonto. Aumentava così il suo raggio di azione nell'ambito del Centro Missionario Diocesano che racchiude le forze missionarie della diocesi.

A 30 anni dalla fondazione, a far data dal numero di “Aprile-Giugno 2017”, il “Talità Kum Notizie” viene pubblicato con una nuova veste grafica e nuove rubriche, senza venir meno all’originario impegno assunto dal giornale in funzione di un’autentica coscienza di servizio verso il prossimo e i problemi del mondo missionario. Dall’Aprile 2017, alla dott.ssa Teresa Serini è subentrata come direttore responsabile la dott.ssa Teresa Conforti, laureata in DAMS regia - Bologna, direttrice artistica dal ‘92 del Centro artistico-culturale Il Sipario” – Bari ( via Capaldi 24), che si occupa di formazione e promozione di spettacolo. Giornalista di spettacolo, Teresa Conforti è conduttrice del format televisivo “Dietro le quinte” - in onda in Italia su 50 emittenti regionali - e direttore responsabile dell’omonima testata on line.

Oltre all’EDITORIALE di rito, il periodico contiene le rubriche: SOCIETÀ E CULTURA, SPETTACOLI, CHIESA E MISSIONE, RIFLESSIONI IN LIBERTÀ, LETTERE E TEMPO LIBERO.

Il giornale viene oggi stampato in Bari da “MAGMA GRAFIC”, è diffuso per abbonamento ad offerta libera sul c.c.p. n. 10464709 intestato a “Talità Kum Notizie – Editore Mario Conforti – Bari” e si sostiene soprattutto con i contributi volontari dei lettori e benefattori. E proprio grazie al loro sostegno, tuttora continua ad uscire. Il periodico ha cadenza semestrale e cerca di assicurare uno “sguardo di complesso”, nei limiti della sua periodicità, sulla tematiche socio-culturali e religiose, spingendosi “duc in altum” (prendi il largo) – Lc, 5,4.