LETTERE DAL MONDO

EGITTO

Alessandria, 16/7/04
Carissimi,
ciao! Grazia e pace nel Signore Gesù. "Lo stesso ieri, oggi e sempre".
Come state? Mi auguro che tutti stiate bene e sempre pieni di zelo per la "missione".
A suo tempo, ricevetti TALITA' KUM che gioia! I miei complimenti sia per la copertina che per il contenuto. Coraggio! Si rinfranchi il vostro cuore e rallegratevi! Non per i successi umani, ma perché: "I vostri nomi sono scritti nei cieli". Oltre che essere disegnati nel palmo della Sua mano.
Al Cairo, la posta da noi non arriva quasi per niente. Arrivano solo i giornali. Anche le mie consorelle non ricevono dai loro familiari ed amici.
Io sto bene. Mi trovo in Alessandria per un po' di riposo e , poi, il 27/7 via con il treno che mi condurrà a TAHTA, dove un minibus mi condurrà con i miei bagagli in una nuova missione, un villaggio che si chiama NAZLET KHATER, in provincia e diocesi di SOHAG, a 7 ore di treno dal Cairo, verso l'Alto Egitto. Che bello! Sono proprio contenta di andare. Oltre alle mie tre consorelle e la gente del posto tanto semplice e accogliente, ci sarà un clima di 43-45 gradi. "Fuoco e calore benedite il Signore". Quando ho saputo di questa nuova destinazione, dentro di me ho detto:"Ti seguirò dovunque tu andrai". Così lascerò il compito all'Osp. Italiano Umberto I del Cairo, dopo due anni. Che dirvi di questo servizio indiretto o diretto agli ammalati? E l'aiuto delle mie consorelle e degli operatori sanitari? Alla domanda della gente: "Perché te ne vai? Noi ti abbiamo voluto bene (e anch'io). Non può andare un'altra al tuo posto?" Ed io: ovunque è servire Dio e i fratelli. E' Lui che me lo chiede (attraverso i superiori) ed io sono contenta di accettare. Poi aggiungo: Dio sarà con voi, non vi lascerà, vi benedice e anch'io vi ricorderò sempre. Dalle loro espressioni si capisce se sono sinceri o meno. Nello stesso tempo mi ricordo le parole di Gesù: "…Perché i vostri nomi sono scritti nei cieli" (Lc. 10,20).
Dimentico sempre di chiedere: don Marco (Mancini) è ancora parroco? I miei cordiali saluti a lui, a don Tonino Ladisa, ai confratelli Comboniani, al col. Luca Trabace, alla signora Pina Scanni, a Sr. Daniela, quando verrà in vacanza e a quanti si ricordano ancora di me.
Ciao a tutti, che voglia di vedervi e sentirvi. Fra due anni, In stra Allà.
Con affetto,

Suor Maria Del Regno
Suore M. Comboniane
NAZLET KHATER
TAHTA-SOHAG
EGITTO


Nella foto: Suor Maria del Regno con il gruppo Missionario Talità Kum (foto di archivio)