LETTERE DAL MONDO

DALLA CINA


Hong Kong
Carissimi
Io che mi trovo qui tra i poveri gioisco moltissimissimo a leggere il vostro appello così crudo e così vero. Chissà se qualcuno si scuoterà!
Personalmente cerco di fare del mio meglio con i disabili e poveri in Cina.
Ogni tanto, soprattutto a Pasqua e Natale, poiché non ho nessuno con cui festeggiare e - anche se sono un prete missionario - non mi è concesso di celebrare all'altare (in Cina non c'è ancora libertà religiosa!); allora vado a messa come tutti e poi, finita la messa mi fermo un po' a pregare e aspetto che tutti se ne vadano a casa, quindi esco e trovo alla porta della cattedrale di Canton sempre qualche vecchio amico: dei poveri che raccolgono delle offerte libere, barboni e feriti nelle costruzioni dei grattacieli, handicappati fisici e mentali, anziani abbandonati e soli… Tutta questa grazia di Dio è li che ci aspetta per sentirsi fare qualche complimento: ma come è bella la tua barba! E' più lunga della mia!!! Oppure desiderano essere consolati: ma cosa ti è successo, dove ti sei bruciato? Domenica scorsa non avevi questa ferita! Oppure aspettano che gli si chieda: hai bisogno di medicine? Questo bambino ha bisogno di latte? Dove abiti? Ecc. Ecc.
Alla fine io li invito a venire insieme a festeggiare le nostre grandi feste in un ristorante un po' lontano; camminiamo per qualche centinaio di metri intanto si vestono un po' meglio, chiamano gli amici che sono nei crocicchi vicini e infine facciamo l'entrata trionfale (tutti in fila per non spaventare i "normali", quelli puliti all'esterno!) ad un McDonalds o in un ristorante cinese.
Magnifico.
Quest'anno però se ne sono aggiunti un po' troppi. Eravamo una sessantina!
Al momento di pagare il conto mi sono accorto che non avevo calcolato bene e non avevo soldi a sufficienza… aiuto! Provvidenza!
Ma ecco che spunta una signora cinese che si era accorta di cosa mi era successo e aveva improvvisato una colletta senza che io lo sapessi e cosi tutto finito bene…
Anzi…






P.Fernando con i disabili durante una celebrazione

Ha raccolto troppo e mi sono trovato l'equivalente di 100 euro in più da poter utilizzare per la prossima volta! Sia lodato il Signore.
Oh!
Mi sono dimenticato di dirvi che l'unico cristiano ero io, ma sono convinto che Dio lavora nei nostri cuori e fa il missionario al fronte, molto di più di quanto possiamo immaginare.
Un caro saluto
Una preghiera per me che non ho fede che basta per credere nella potenza di Dio e che fa il missionario davanti me!

Fraternamente
p. Fernando Cagnin
Missionario PIME
Hong kong


Al Mc'Donalds in un giorno di festa

P. Ferdinando passeggia
con i disabili