EDITORIALE

 


LE DUE PASSIONI DEGLI ITALIANI

Come rinnovare lo spettacolo dal vivo? Coniugando le due passioni degli italiani: la commedia e il cibo.
Una grande e allegra cucina in cui quattro amiche condividono risate, pensieri e due grandi amori, gli uomini e il cibo: croce e delizia delle loro vite. “Belle ripiene” con Rossella Brescia, Tosca D’Aquino, Roberta Lanfranchi e Samuela Sardo. Regia di Massimo Romeo Piparo.
La pièce è un esilarante spaccato di vita femminile, in cui i protagonisti del racconto sono questa volta: il cibo e gli uomini. Le donne amano mangiare ma poi si costringono a infernali diete dimagranti…ci sarà un elemento in comune tra il loro rapporto col cibo e quello con gli uomini…?
Scritta da Giulia Ricciardi, da un soggetto dello stesso Piparo, la commedia dimagrante è ambientata nel regno delle donne: la cucina. Per la prima volta in teatro, cucina e fornelli sono reali e, sul palco, una telecamera permette al pubblico di seguire la preparazione dei piatti.
Le protagoniste di “Belle ripiene” accendono un confronto sul loro rapporto coi rispettivi uomini e le rispettive più-o-meno-realizzate esistenze e cucinano delle vere pietanze, ognuna con la propria estrazione geografica, da Roma a Napoli, dal Salento all'Alta Padana.
Al termine di questo racconto “dimagrante” una ghiotta sorpresa attende il pubblico: gli spettatori condividono con le attrici i piatti cucinati ma non certo i loro uomini che rimarranno relegati tristemente nella lista dei “cibi proibiti” dal…dietologo dell’amore.
Dada, Ada, Ida e Leda sono quattro amiche che, alla ricerca di un riscatto personale, decidono di aprire un ristorante. Mentre sono in cucina in trepidante attesa di un ispettore, Michelin, di cui ignorano l'identità e che dovrà decidere se assegnare una stella al ristorante, le protagoniste parlano delle loro vite, di uomini e figli, di sogni ed errori, circondate da cibo e ricette. Un episodio imprevisto però riesce a mettere in serio pericolo la sopravvivenza della loro avventura.
“Ho cercato di interrogarmi - dichiara Massimo Romeo Piparo - su cosa oggi possa assumere i connotati di “novità”, nel panorama della commedia italiana di intrattenimento. Sembra che tutto sia già stato pensato, scritto, rappresentato. Ma è mettendo insieme ciò che la gente maggiormente ama che ho avuto risposta ai miei quesiti e la giusta ispirazione a creare un prodotto originale: ridere e mangiare. Due grandi passioni degli italiani! In teatro si incontra gente che è venuta per ridere, oppure non la si incontra perché… ha preferito andare a mangiare fuori!”
Teresa Conforti